Registrati

Privacy

Informativa ai sensi dell'art. 13 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196. La raccolta e il trattamento dei dati sono effettuati limitatamente ai fini connessi alla gestione operativa e amministrativa del servizio. I dati sono trattati con strumenti informatici e telematici e non saranno comunicati a terzi. Il titolare del trattamento è AreaDem.
* Acconsento al trattamento dei miei dati personali
Log in

 
Registrazione al sito - Login al sito

Braga: il riconoscimento della Palestina non è più rinviabile

04 Luglio 2024

"Abbiamo chiesto al governo di riconoscere lo Stato di Palestina secondo la dottrina dei 'due popoli due stati' e seguendo i numerosi pronunciamenti delle Nazioni Unite e le scelte di alcuni importanti stati europei come Spagna e Norvegia. Il governo invece ha scelto ancora una volta una preoccupante inerzia: l'Italia e' ormai fuori dalla tradizione diplomatica che ne avevano fatto una protagonista della politica di pace e convivenza del Mediterraneo per collocarsi in un limbo pericoloso". Cosi' Chiara Braga, capogruppo Pd alla Camera. "Nessun impegno per il cessate il fuoco, nessuna condanna per la violazione del diritto internazionale da parte di Israele e nessuna iniziativa per evitare l'estensione della guerra verso il Libano dove c'e' un'importante missione di pace italiana. Non ci fermiamo qui: nel 2015 il Parlamento impegno' il Governo al riconoscimento della Palestina. Lavoreremo per raggiungere questo obiettivo convinti che sia un passo fondamentale e non piu' rinviabile per la costruzione della pace in Medio Oriente", conclude Braga.


Commenta... oppure


torna su

Agenda

DoLuMaMeGiVeSa
1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31

Rassegna stampa