Registrati

Privacy

Informativa ai sensi dell'art. 13 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196. La raccolta e il trattamento dei dati sono effettuati limitatamente ai fini connessi alla gestione operativa e amministrativa del servizio. I dati sono trattati con strumenti informatici e telematici e non saranno comunicati a terzi. Il titolare del trattamento è AreaDem.
* Acconsento al trattamento dei miei dati personali
Log in

 
Registrazione al sito - Login al sito

Toia: deludente esito delle elezioni francesi

20 Giugno 2022

Il deludente esito delle elezioni francesi, per noi europeisti, è un campanello d’allarme: il populismo e l’estremismo, a destra come a sinistra, non sono finiti!!! Covano silenziosamente sotto le ceneri del fallimento nazionalista e, pur sconfitti nelle proposte e nella capacità di trovare soluzioni, sono ancora vivi. Non sottovalutiamo perciò l’abnorme crescita del partito della Le Pen, un certo radicalismo antisistema di Melenchon e la fine irreversibile del Partito Socialista e dei gollisti, perni della politica francese da sempre.

Serva da stimolo soprattutto per il PD, l’unico grande partito progressista garante di una crescita giusta nel quadro della più autentica democrazia europea, per una grande azione politica. Al PD spetta il compito di far vivere una coalizione veramente larga alla nostra sinistra come al centro per una proposta europea, sociale, di crescita verde equa e robusta nella quale giovani, donne, forze economiche e forze sociali si uniscano. Abbiamo bisogno che il popolo si senta arbitro della democrazia e protagonista della ricostruzione, anche morale, di un paese oggi impoverito ed affaticato e perciò esposto ai rischi della fascinazione populista e, alla fine, reazionaria.


Commenta... oppure


torna su

Agenda

DoLuMaMeGiVeSa
1 2 3 4
5678910 11
12 13 1415 16 17 18
19 20 21 222324 25
26 27 28 29 30

Rassegna stampa