Registrati

Privacy

Informativa ai sensi dell'art. 13 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196. La raccolta e il trattamento dei dati sono effettuati limitatamente ai fini connessi alla gestione operativa e amministrativa del servizio. I dati sono trattati con strumenti informatici e telematici e non saranno comunicati a terzi. Il titolare del trattamento è AreaDem.
* Acconsento al trattamento dei miei dati personali
Log in

 
Registrazione al sito - Login al sito

Barbagallo: Modello Draghi irripetibile - Articolo de La Sicilia

25 Febbraio 2022

Il Pd siciliano chiude a Micciche'. Sì a primarie a maggio.

Barbagallo: Modello Draghi irripetibile – Articolo de La Sicilia»

"La ristrettezza dei tempi a disposizione - ha detto Barbagallo – richiede che il Governo nazionale compia un atto di responsabilità esercitando il potere sostitutivo dello Stato rispetto alla palese violazione del dettato costituzionale, che prevede la rimozione di tutti gli ostacoli che non consentono parità di accesso delle donne alle cariche elettive. Il PD è impegnato - ha aggiunto - a sostenere con convinzione e con tutti i mezzi a disposizione la battaglia delle donne siciliane condannate, da un centrodestra miope, ad essere escluse ancora dalla scena politica". Il segretario provinciale di Messina Nino Bartolotta ha annunciato che per il prossimo mese di marzo a Messina si terrà una Agorà sul tema della Democrazia paritaria e sulla necessità della presenza femminile in tutti i luoghi in cui si esercita il potere democratico, come condizione imprescindibile per il rinnovamento e la rinascita del Paese. A questo appuntamento, che vedrà il coinvolgimento della Conferenza permanente nazionale delle Democratiche, parteciperanno personalità politiche nazionali e regionali, realtà associative e rappresentanti delle Regioni e Province autonome". [Articolo del Quotidiano di Sicilia]

Video della relazione di Barbagallo alla Direzione Regionale del PD Sicilia»

Il Pd fa quadrato: sì al campo largo. La linea dettata dal segretario nazionale Enrico Letta in direzione nazionale è stata, nei fatti, confermata dalla direzione regionale del partito siciliano. Dall’alleanza consolidata con il M5S passando per il tentativo di spaccare il centrodestra fino alla necessità di allargare alle forze europeiste: la relazione del segretario Anthony Barbagallo, votata all’unanimità, traccia il sentiero che porterà il Pd al voto di Palermo e alle prossime regionali.
La relazione del segretario 
Barbagallo, che non lesina stoccate al governo Musumeci, chiarisce i contorni della coalizione (da aggregare in primis su programmi e valori) che si proverà a mettere in piedi in vista degli imminenti appuntamenti elettorali cercando di tenere le redini del partito e sopire le polemiche dei giorni scorsi. “Abbiamo il dovere di costruire tutte le condizioni per una governabilità a guida Pd – ricordando a tutti che il modello Draghi è irripetibile- e per farlo dovremo rilanciare e fare nostra e della coalizione che avremo costruito, alcune necessarie improcrastinabili battaglie come il superamento della spesa storica, la revisione dei LEP, la sicurezza sul lavoro, la sicurezza a scuola, infrastrutture adeguate a garantire alle imprese di competere, ai territori di crescere ed ai nostri figli di scegliere di restare a vivere in Sicilia il diritto di cittadinanza allo studio ed al lavoro”, dice a chiusura dell’intervento. Parole che sono riprese dai vari dirigenti che si alternano in direzione (con più di un colpo di fioretto all’indirizzo del segretario provinciale Filoramo che avrebbe portato avanti in solitaria le trattative con il resto della coalizione). Nessuna alleanza con Forza Italia, per il momento, ma i confini dell’allargamento, nei fatti, si ampliano. Italia Viva, + Europa e Azione in primis. Il primo banco di prova è però anche il più temibile: le amministrative palermitane.
Fonte: Live Sicilia


“Il Pd lo dice da tempo: la Sicilia è inadempiente sulla questione della doppia preferenza di genere. Noi riteniamo che il Governo Draghi debba intervenire – come fatto in precedenza in altre regioni – e per questo, su impulso delle Donne Democratiche del PD Sicilia, è stato richiesto l’intervento del governo centrale, attraverso la nostra deputazione siciliana con l’importante supporto di Francesco Boccia e Cecilia D'Elia. Ecco l’interrogazione depositata alla Camera dei deputati”. Lo scrive su Facebook Anthony Barbagallo.


Commenta... oppure


torna su

Agenda

DoLuMaMeGiVeSa
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28

Rassegna stampa