Registrati

Privacy

Informativa ai sensi dell'art. 13 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196. La raccolta e il trattamento dei dati sono effettuati limitatamente ai fini connessi alla gestione operativa e amministrativa del servizio. I dati sono trattati con strumenti informatici e telematici e non saranno comunicati a terzi. Il titolare del trattamento è AreaDem.
* Acconsento al trattamento dei miei dati personali
Log in

 
Registrazione al sito - Login al sito

Patrizia Toia - aggiornamento settimanale

07 Ottobre 2021

Dopo una settimana che ha dato degli esiti elettorali molto positivi, il Parlamento Europeo si trova in questi giorni a Strasburgo per la plenaria e per le votazioni.
Tra i temi di cui ci siamo occupati qui al Parlamento ci sono molte questioni legate alla politica estera, in primo luogo del rapporto tra Unione Europea e USA, uno storico rapporto che continua e si consolida ma che deve essere riequilibrato con una maggior partnership, soprattutto da parte dell'UE.
Si è discusso anche di fondi fiduciari: l'Europa ha molti fondi fiduciari per diversi paesi, e quindi abbiamo discusso di come rendere questi fondi più efficaci e soprattutto arrivino a progetti che beneficiano direttamente la popolazione dei paesi. Nello specifico, è stato discusso lo strumento specifico per i rifugiati con la Turchia, fondi che sono stati dati per la maggior parte alle ONG che operano con i rifugiati che si trovano in quel paese. Tale strumento è stato molto criticato da noi, e dopo lunghe mediazioni abbiamo insistito e ottenuto per fare in modo che questi fondi si traducano in progetti legati alla sanità nei campi dei rifugiati, nell'educazione e altre attività che possano migliorare la vita di questi rifugiati. Abbiamo chiesto che ci sia un Comitato indipendente che possa verificare in loco il rispetto dei diritti umani in queste aree.
Un altro dei temi trattati è quello del caro energia: l'aumento dei prezzi dell'energia è stato avvertito in molti paesi, Italia compresa. La cause sono molte, da una domanda maggiore della richiesta di gas ma anche un'offerta ridotta da parte della Russia che usa questa risorsa naturale per un equilibrio geopolitico. Tale aumento non è dovuto all'utilizzo delle rinnovabili, anzi dobbiamo accelerare su questo aspetto. Ho fatto quattro proposte concrete, quattro azioni che l'Europa può fare per combattere questi rincari: è necessario un fondo di stoccaggio con riserve energetiche, bisogna coordinare gli acquisti esattamente come è stato fatto con i vaccini, dobbiamo accelerare sulle rinnovabili coinvolgendo anche altri player globali come l'Africa e infine ho proposto che vengano tolti gli operatori speculativi all'interno del mercato delle ETS.
Per concludere, ci tengo particolarmente a sottolineare un tema che è quello della PHAS, la sindrome di alienazione parentale, che è una crudeltà che purtroppo nel nostro paese in molti tribunali è presente. In questi giorni ci sono stati casi tremendi, ma il Parlamento ha detto NO all'applicazione di questa teoria e ci ha dato un grosso appiglio affinché si possa lottare contro questa ignominia.
Vi invito come sempre a seguire ancora l'attività del Parlamento Europeo perché è un pezzo della vita di noi tutti italiani.

Commenta... oppure


torna su

Agenda

DoLuMaMeGiVeSa
1 2
3 4 5 6 78 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31

Rassegna stampa