Registrati

Privacy

Informativa ai sensi dell'art. 13 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196. La raccolta e il trattamento dei dati sono effettuati limitatamente ai fini connessi alla gestione operativa e amministrativa del servizio. I dati sono trattati con strumenti informatici e telematici e non saranno comunicati a terzi. Il titolare del trattamento è AreaDem.
* Acconsento al trattamento dei miei dati personali
Log in

 
Registrazione al sito - Login al sito

Perchè quello di Renzi è un regalo all’antipolitica - intervento di Alberto Losacco su Immagina

16 Gennaio 2021


Far dimettere due Ministre dopo aver portato a casa le richieste sui contenuti del recovery fund; dire che il Presidente Conte è una minaccia democratica ma subito dopo annunciare di essere pronto a sostenerlo come capo di nuovo governo; dire che qualsiasi cosa accada non si ridarà la parola agli italiani.

E tutto questo in una fase a cavallo tra seconda e terza ondata, tra nuove restrizioni e nuovi aiuti economici da approntare, tra il negoziato europeo e la campagna dei vaccini da organizzare.

Quello di Matteo Renzi è uno straordinario spot di antipolitica, un clamoroso assist alla narrazione dei politici abbarbicati nel palazzo e completamente alieni dai problemi delle persone, interessati a coltivare – per citare ancora una volta il Presidente Mattarella – illusori interessi di parte.

I giornali stranieri hanno faticato a descrivere l’illogicità e l’irritualità di questi crisi. Le cancellerie straniere la guardano tra l’incredulità e sgomento.

E così la guardano tutti gli italiani, compresi cioè quelli che non simpatizzano per questo Governo.

A goderci invece sono solo i qualunquisti, quelli della politica che è tutta uguale, quelli del tanto peggio tanto meglio.

In nessuna parte del mondo si apre una crisi durante una pandemia. In nessuno Paese del mondo lo si fa su argomenti che possono essere tranquillamente risolti nel fisiologico confronto tra forze alleate, come dimostra proprio il testo del recovery fund.

Per questo lunedì e martedì in Parlamento non c’è solo in ballo il destino di questo Governo.

La posta in gioco è molto più alta e riguarda la credibilità delle istituzioni agli occhi dei cittadini e degli altri Paesi.

Riguarda la possibilità di non perdere più un solo minuto sugli aiuti economici e sul piano vaccinazioni. Riguarda cioè la possibilità di tornare finalmente a costruire.

Proprio come tutti gli italiani che ogni giorno non si rassegnano e che continuano a combattere. Buona fortuna all’Italia, a ciascuno di noi.


Commenta... oppure


torna su

Agenda

DoLuMaMeGiVeSa
1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 1718 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28

Rassegna stampa