Registrati

Privacy

Informativa ai sensi dell'art. 13 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196. La raccolta e il trattamento dei dati sono effettuati limitatamente ai fini connessi alla gestione operativa e amministrativa del servizio. I dati sono trattati con strumenti informatici e telematici e non saranno comunicati a terzi. Il titolare del trattamento è AreaDem.
* Acconsento al trattamento dei miei dati personali
Log in

 
Registrazione al sito - Login al sito

L'Europa ne uscirà più unita e più forte - lettera al Corriere della Sera di Sassoli, Michel e von der Leyen

09 Maggio 2020

La lettera sull'Europa di von der Leyen, Sassoli e Michel, nel 70esimo anniversario del discorso di Robert Schuman sulla cooperazione in Europa: "Impariamo la lezione del passato, rimaniamo uniti"




Leggi la lettera


Unita e solidale. L'Europa di cui abbiamo bisogno - incontro di Immagina con il Presidente del Pe David Sassoli

“La generazione degli anni ’50 pensava che sulle rovine della guerra si potessero costruire un’Europa e un mondo migliori. Come poi è avvenuto. Se impariamo queste lezioni, se rimaniamo uniti nella solidarietà e con i nostri valori, allora l’Europa potrà emergere anche questa volta dalla crisi, più forte di prima”. Lo scrivono - in una lettera pubblicata dal Corriere della Sera nel giorno del 70esimo anniversario del discorso di Robert Schuman sulla cooperazione tra Paesi europei - il presidente del Consiglio europeo Charles Michel, il presidente dell’Europarlamento David Sassoli e la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen.
I tre presidenti ringraziano il personale sanitario, le forze dell’ordine, i lavoratori nei negozi e “anche i cittadini, per lo spirito di solidarietà e il senso civico. L’Europa mostra il suo lato migliore quando dà prova di vicinanza e solidarietà”.
“Dopo aver temuto per la loro vita, molti europei sono ora preoccupati per il loro lavoro. È necessario riavviare il motore dell’economia europea”, sottolineano. “Ricordiamoci dello spirito di Robert Schuman e dei padri fondatori, uno spirito creativo, audace, pragmatico. Queste grandi personalità hanno dimostrato che per superare i momenti di crisi occorre pensare la politica in modo nuovo e rompere con il passato. Dobbiamo fare così anche noi e riconoscere che per sostenere la ripresa ci sarà bisogno di nuove idee e di nuovi strumenti”.
“L’Europa che uscirà da questa crisi non potrà più essere la stessa. Innanzitutto, dobbiamo fare di più per migliorare la vita dei più poveri e dei più vulnerabili”, rimarcano Michel, Sassoli e von der Leyen. “L’Europa deve dar prova di coraggio e fare tutto ciò che serve per proteggere la vita degli europei e fornire mezzi di sussistenza ai suoi cittadini, in particolare nelle aree dove la crisi si è fatta sentire maggiormente”.


Le ong non entrano in porto, ma entrano al Parlamento Ue

Iniziativa di Sassoli per i 70 anni dalla dichiarazione di Schuman. Tra gli ospiti anche Casarini di Mediterranea: "Bandiera Ue sulla nostra nave, presto torniamo in mare"


Commenta... oppure


torna su

Agenda

DoLuMaMeGiVeSa
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31

Rassegna stampa