Registrati

Privacy

Informativa ai sensi dell'art. 13 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196. La raccolta e il trattamento dei dati sono effettuati limitatamente ai fini connessi alla gestione operativa e amministrativa del servizio. I dati sono trattati con strumenti informatici e telematici e non saranno comunicati a terzi. Il titolare del trattamento è AreaDem.
* Acconsento al trattamento dei miei dati personali
Log in

 
Registrazione al sito - Login al sito

“La Calabria che non si arrende”, Laratta a Castrovillari punta il dito sull'emigrazione dei giovani dalla Calabria

12 Gennaio 2020

images “La Calabria che non si arrende”, Laratta a Castrovillari punta il dito sull'emigrazione dei giovani dalla Calabria

“Attenzione, non stanno emigrando solo i giovani, stanno andando via anche i genitori. E tutto questo avrà effetti devastanti sulla vita quotidiana, sui servizi pubblici e sulla nostra economia. Ma questi non sono tematiche che appassionano la politica e le istituzioni. C’è, al contrario, un silenzio assordante”.

Così Franco Laratta, già parlamentare ed attuale Amministratore ISMEA  al Convegno di Castrovillari su “La Calabria che non si arrende”, dove ha partecipato oltre a Laratta, il sindaco di Castrovillari, Mimmo Lo Polito, Pasquale Pandolfi dell’associazione culturale Kontatto Production, Mimmo Sancineto de “Il Coscile” e tante associazioni che si occupano di cultura e del sociale.

Un folto e qualificato pubblico ha partecipato all’iniziativa, tanti sono intervenuti sui problemi della Calabria, sulla crisi economica e sociale che si fa sempre più grave. 

Tutti hanno evidenziato il dramma dello spopolamento, l’isolamento delle aree interne, le condizioni di grande difficoltà dei settori strategici come agricoltura e turismo sui quali non si è investito affatto e dove si registrano ritardi notevoli. L’appello alla fine dell’iniziativa è rivolto al futuro governo regionale:  “è indispensabile fermare la grande fuga dalla Calabria, occorrono misure straordinarie a livello europeo, perché nell’esodo sono coinvolte le nuove generazioni e ora anche i loro genitori, i pensionati, che seguono i figli. Una situazione gravissima, senza precedenti, che metterà in ginocchio la Calabria”!

Ci sono state anche diverse note positive quando si è parlato dei giovani che restano, che investono in Calabria. Pasquale Panfolfi ha raccontato il successo del libro di Franco Laratta: “Vantativinne” dove si parla dei talenti artistici calabresi che si affermano, dei giovani chef che stanno cambiando il volto della nostra terra, dei giovani imprenditori agricoli che fra mille difficoltà producono eccellenze, valorizzando le nostre bellezze naturali e paesaggistiche. 


Commenta... oppure


torna su

Agenda

DoLuMaMeGiVeSa
1 2 3 4
56 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31

Rassegna stampa