Registrati

Privacy

Informativa ai sensi dell'art. 13 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196. La raccolta e il trattamento dei dati sono effettuati limitatamente ai fini connessi alla gestione operativa e amministrativa del servizio. I dati sono trattati con strumenti informatici e telematici e non saranno comunicati a terzi. Il titolare del trattamento è AreaDem.
* Acconsento al trattamento dei miei dati personali
Log in

 
Registrazione al sito - Login al sito

La manovra si rivolge ai nostri territori - intervento di Alberto Losacco su la Gazzetta del mezzogiorno

04 Gennaio 2020




In queste ore, con l'approvazione definitiva della Legge di Bilancio, si chiude la prima fase del Governo Conte su cui, al netto delle tante parole e di qualche polemica di troppo, da oggi possono parlare una serie di fatti. Cancellazione dell'aumento dell'IVA al 25%, brutta eredità del governo a frazione leglsista, che avrebbe portato la nostra economia in una nuova fase di recessione. Abbassamento del costo del lavoro per aumentare il potere d'acquisto del ceto medio. Conferma e rafforzamento del bonus asilo nido, fino a 3000 euro all'anno per le famiglie con un reddito inferiore ai 25mila euro. Lotta all'evasione fiscale attraverso incentivi per i pagamenti elettronici e la lotteria degli scontrini. Riduzione del costo delle assicurazioni auto, grazie alla possibilità per tutti i componenti della famiglia di poter beneficiare della fascia assicurativa più bassa dei veicoli immatricolati. Estensione del ravvedimento operoso a IMU e TASI, con una netta riduzione delle sanzioni per i ritardatari nei pagamenti.Conferma dei bonus fiscali per le ristrutturazioni edilizie e i lavori di efficientamento energetico. Introduzione del bonus facciate, con la possibilità di detrarre fino al 90% per il rifacimento degli esterni di abitazioni e condomini. Legge sulla Scuola per la stabilizzazione dei precari i quali, non dimentichiamolo, si concentrano soprattutto nelle regioni del Sud, con l'obiettivo anche di garantire e migliorare la continuità didattica ed educativa per i nostri ragazzi. A tutto questo si aggiungono poi le importanti misure a favore del Mezzogiorno. Sempre la Legge di Bilancio, grazie all'attivismo del Ministro Provenzano, dedica alla crescita della nostra imprenditoria un pacchetto di misure per la defiscalizzazione e la semplificazione burocratica nonché introduzione del principio dei finanziamenti in base alla popolazione, cosa che porterà a una stabile incremento delle risorse pubbliche destinate al Sud. Un capitolo speciale è poi dedicato alla Puglia. Priorità massima data dal Ministero dei Trasporti al completamento della linea ad Alta Capacità Bari-Napoli, con cui si arriverà a Roma in tre ore e, sempre con la Legge di Bilancio, stanziamento di risorse per le infrastrutture legate alla Fiera del Levante. Ma soprattutto ci sono due partite delicate, che il Governo si è ritrovato improvvisamente a dover gestire e lo ha fatto con grande impegno. La prima riguarda il destino dell'ILVA, dove in questo momento sono sul tavolo diverse opzioni - non ultima quella di un intervento dello Stato - per garantire la continuità produttiva, la salvaguardia dei posti di lavoro e il mantenimento degli impegni per l'ambientalizzazione degli stabilimenti. Una partita complessa, da cui passa il destino dello sviluppo industriale dell'intero Paese, e su cui il Governo fin dal primo momento sta dedicando grande attenzione, nella speranza che si giunga quanto prima a una soluzione positiva. La seconda è il decreto, approvato la scorsa settimana, per evitare il fallimento della Banca Popolare di Bari, mettendo così in sicurezza i risparmi dei correntisti e l'intero tessuto produttivo che con la Popolare intrattiene linee di credito o, semplicemente. conserva la propria liquidità. Senza naturalmente dimenticarsi dei 3000 dipendenti che operano prevalentemente nella nostra Regione. Tutte queste misure raccontano la grande attenzione dell'attuale Governo per i nostri territori. Così come un lavoro complessivo guidato dalla responsabilità e per l'interesse generale, proprio come la manovra di Bilancio e le altre misure sono lì a dimostrare. Questi sono i fatti a poco più di 100 giorni dalla nascita dell'esecutivo. Col nuovo anno bisognerà proseguire su questa strada, con ancora più forza e convinzione. E naturalmente con la stessa attenzione per il Sud e la nostra Puglia. Buon lavoro a tutti noi.


Commenta... oppure


torna su

Agenda

DoLuMaMeGiVeSa
1 2 3 4
56 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31

Rassegna stampa