Registrati

Privacy

Informativa ai sensi dell'art. 13 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196. La raccolta e il trattamento dei dati sono effettuati limitatamente ai fini connessi alla gestione operativa e amministrativa del servizio. I dati sono trattati con strumenti informatici e telematici e non saranno comunicati a terzi. Il titolare del trattamento è AreaDem.
* Acconsento al trattamento dei miei dati personali
Log in

 
Registrazione al sito - Login al sito

Baretta: sulle auto e la plastica prelievo più leggero ma niente abolizione - intervista de Il Messaggero

26 Novembre 2019

In arrivo fondi per Venezia, il Mose va ultimato




Leggi l'intervista

"L'obiettivo è quello di rivedere le tasse su auto e plastica, ma senza perdere di vista l'orizzonte che ci siamo dati, ossia di ridurre l'impatto della plastica e dell'inquinamento. La parte fiscale sarà attenuata per non mettere in difficoltà l'industria italiana, ma contemporaneamente favoriremo la transizione verso i nuovi prodotti". Lo spiega il sottosegretario all'Economia Pierpaolo 
Baretta in un'intervista al Messaggero. "C'è la necessità di avviare una trasformazione che va inquadrata nel dibattito sulla sostenibilità. Questo governo ha stanziato 55 miliardi in 15 anni di cui 9 nel prossimo triennio", evidenzia Baretta. "Le tasse servono anche a orientare i comportamenti". Sulle auto, "la nostra intenzione è di sostenere maggiormente l'ibrido e l'elettrico a scapito delle auto più inquinanti". Per finanziare le modifiche, Baretta dice no al posticipo della riduzione del cuneo fiscale. "Le strade sono più di una", rileva. "Io ho una proposta, ma è mia personale: penso che sulla web tax si possano fare dei passi in avanti per renderla effettiva. Mi sembra un obiettivo abbastanza condiviso e comprensibile". Su Venezia, "il governo ha stanziato i primi 20 milioni per commercianti e privati. Il Comitatone è l'organo che deve dare una risposta. L'agenda è terminare il Mose, perché se fosse stato in funzione non avremmo avuto i problemi che abbiamo avuto", dice Baretta. "Ma non basterà parlare di Mose, perché sappiamo che dobbiamo trovare delle risposte per tutti i comuni della gronda lagunare, che soffrono per i cambiamenti climatici". "Ci sarà uno stanziamento", assicura il sottosegretario senza quantificare l'intervento. "L'agenda Venezia è alla piena attenzione del governo". 



Manovra: Baretta, favorisce la crescita e valorizza il lavoro
Interventi sulla disabilità e sulla lotta alle dipendenze

"Il nostro governo ha sicuramente il merito di aver posto al centro della legge di bilancio la disabilità e la lotta alle dipendenze. Alle famiglie abbiamo destinato 600 milioni di euro. E nella stessa finanziaria abbiamo anche messo l'intervento sul cuneo fiscale. Un intervento pensato per incidere sullo sviluppo economico e del lavoro": così Pier Paolo 
Baretta, sottosegretario al Ministero all'Economia e Finanze, nel corso del suo intervento al Festival della Dottrina Sociale, durante la tavola rotonda su "Opportunità e sfide della rivoluzione digitale. Tra nuove competenze e professionalità, l'innovazione nella rappresentanza". "Queste misure - ha aggiunto - rientrano in un'azione complessiva mirata a favorire la crescita del Paese e, quindi, a valorizzare il lavoro. Bisogna affrontare le trasformazioni in atto e il conflitto sociale che derivano, ad esempio dalla digitalizzazione e dalla rete. Il cambiamento non si subisce, si governa. Il mondo del lavoro si sta trasformando e pure il modo di rappresentare i lavoratori deve adeguarsi. I sindacati rappresentano oggi direttamente 10 milioni di lavoratori, ma non c'è dubbio che il loro ruolo è in crisi. Se cambia il mondo del lavoro, loro devono cambiare anche il modo di rappresentarli". "Quando si parla di lavoro da valorizzare, si parla del lavoro di tutti - ha concluso - cioè i lavoratori dipendenti, gli autonomi, i liberi professionisti e gli imprenditori. Tutti devono concorrere alla crescita complessiva della nazione". 


Dl Sisma: Baretta, in arrivo ok governo a proroga esenzione Imu

"Salvini e la Lega continuano a speculare sulla pelle dei cittadini. Il Pd e il governo stanno approvando, nel decreto Sisma, una proroga di sospensione del pagamento dell'Imu per le popolazioni di Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna colpite dal terremoto 2012". Lo afferma in un Tweet il sottosegretario all'Economia, Pier Paolo 
baretta.


Commenta... oppure


torna su

Agenda

DoLuMaMeGiVeSa
1 23 4 56 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31

Rassegna stampa