Registrati

Privacy

Informativa ai sensi dell'art. 13 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196. La raccolta e il trattamento dei dati sono effettuati limitatamente ai fini connessi alla gestione operativa e amministrativa del servizio. I dati sono trattati con strumenti informatici e telematici e non saranno comunicati a terzi. Il titolare del trattamento è AreaDem.
* Acconsento al trattamento dei miei dati personali
Log in

 
Registrazione al sito - Login al sito

Franceschini: oggi si chiude la stagione della cattiveria, la stagione dell'odio e credo si possa guardare avanti

09 Settembre 2019

Il discorso del presidente Giuseppe Conte è un discorso fortemente innovativo, mi verrebbe da dire riformista, progressista


"Oggi si chiude la stagione della cattiveria, la stagione dell'odio e credo di possa guardare avanti. Il discorso del presidente Giuseppe Conte è un discorso fortemente innovativo, mi verrebbe da dire riformista, progressista". Lo ha detto il ministro Dario Franceschini alla Camera al termine dell'intervento del premier Giuseppe Conte.
Un intervento che, ha aggiunto, "cerca di dare risposte ai problemi reali delle famiglie e delle persone. C'è anche un'idea in particolare molto cara a tutti noi: asilo nido gratuito per tutte quelle famiglie che non hanno un reddito alto e che non possono permetterselo".
"Sarà difficile, sarà complicato - ha concluso - il governo è sostenuto da forze politiche avversarie fino a qualche settimana fa. Ma il senso di responsabilità ha prevalso. Ora ci rimbocchiamo le maniche e proveremo a fare il meglio per il nostre Paese".

Governo: Franceschini a ministri Pd, spirito coalizione, serve condivisione

Un primo punto-nave a pochi minuti dalla seduta della Camera durante la quale Giuseppe Conte ha chiesto la fiducia. Dario 
Franceschini ha riunito i ministri del Pd al completo, nella sala del governo di Montecitorio, per avviare un metodo di lavoro che prevede il coordinamento dei titolari dei dicasteri dem tra loro ma anche con gli alleati del M5s. Il capodelegazione Pd, che stabilira' un piccolo ufficio anche a palazzo Chigi, ha chiesto ai suoi colleghi di avere uno spirito di coalizione. Non siamo partiti di coalizione, ha spiegato, ma dobbiamo coordinarci il piu' possibile con i partiti alleati di governo. Superare il modello del governo giallo-verde, in cui le competenze erano distribuite per partito, per avere un approccio il piu' possibile condiviso, evitando prese di posizione in antitesi e favorendo invece il confronto sui diversi provvedimenti. Alla riunione hanno partecipato i ministri Roberto Gualtieri, Paola De Micheli, Lorenzo Guerini, Teresa Bellanova, Peppe Provenzano, Elena Bonetti, Enzo Amendola, Francesco Boccia. Il coordinamento, ovviamente, deve cominciare in casa dem, ha spiegato Franceschini, per evitare sorprese in Consiglio dei ministri, e si deve allargare ai rapporti con gli alleati per avere un panorama completo di tutti i temi di maggiore sensibilita' anche se sono contenuti in provvedimenti di ministeri non ricoperti dai democratici.




Venezia, Franceschini: Entro mio mandato no grandi navi davanti S.Marco

"A Venezia per la #Biennalecinema2019. Un impegno: entro la fine del mio mandato nessuna Grande Nave passerà più davanti a San Marco. Il vincolo del @_MiBAC è solo il primo passo. Abbiamo perso troppo tempo e il mondo ci guarda incredulo. #GrandiNavi". Lo scrive su Twitter il ministro per i Beni e le Attività culturali Dario 
Franceschini.



Commenta... oppure


torna su

Agenda

DoLuMaMeGiVeSa
1234567
89 10 11121314
15 16 17 18 19 2021
22 23 24 25 26 27 28
29 30

Rassegna stampa