Registrati

Privacy

Informativa ai sensi dell'art. 13 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196. La raccolta e il trattamento dei dati sono effettuati limitatamente ai fini connessi alla gestione operativa e amministrativa del servizio. I dati sono trattati con strumenti informatici e telematici e non saranno comunicati a terzi. Il titolare del trattamento è AreaDem.
* Acconsento al trattamento dei miei dati personali
Log in

 
Registrazione al sito - Login al sito

Puglisi: auguri a Save the Children, governo ne prenda esempio

13 Maggio 2019

"Da Ong impegno concreto anche nella lotta alla povertà educativa"



"Un impegno umanitario lungo cento anni, a favore dei bambini, nello specifico, e più in generale nella lotta alla povertà educativa, in Italia e nel mondo. Un'azione virtuosa da lodare, oggi più che mai, nelle ore in cui dal governo arrivano nuove accuse nei confronti delle Ong impegnate nel salvataggio di migranti in mare". È quanto dichiara in una nota Francesca 
Puglisi, candidata Pd alle Europee, che aggiunge: "Ecco perché ci associamo in maniera convinta al sentimento di gratitudine espresso anche dal presidente della Repubblica: grazie Save the Children, altri cento di questi anni".


Lavoro, 
Puglisi: zero impegno governo a supporto donne

"L'allarme lanciato da Uecoop sui tanti disagi che le donne, oggi, sono costrette ad affrontare nel mondo del lavoro, che arriva proprio a ridosso della festa della mamma, mette in luce la totale mancanza d'impegno da parte di questo governo per garantire le pari opportunità e un reale sostegno alle donne e alle famiglie". Lo dichiara la candidata del Partito democratico alle Europee, Francesca 
Puglisi. "Anche se il tasso di occupazione femminile - ricorda Puglisi - è del 49%, è ancora molto distante (oltre 10 punti) dalla media europea. Una distanza non da poco data dalla grande precarietà del lavoro delle donne, che spesso si trovano obbligate ad abbandonare il posto di lavoro alla nascita di un figlio". "I dati diffusi dall'Istat pochi giorni fa ci dicono che il 30% delle donne abbandona il lavoro dopo la prima gravidanza e che il 78% delle dimissioni volontarie sono madri lavoratrici. Sono numeri che impongono una riflessione e che le politiche di questo governo non faranno altro che aggravare con il taglio del bonus baby-sitter e il taglio dei fondi per la non autosufficienza", conclude Puglisi.


Commenta... oppure


torna su

Agenda

DoLuMaMeGiVeSa
1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 1213
14 15 1617 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31

Rassegna stampa