Registrati

Privacy

Informativa ai sensi dell'art. 13 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196. La raccolta e il trattamento dei dati sono effettuati limitatamente ai fini connessi alla gestione operativa e amministrativa del servizio. I dati sono trattati con strumenti informatici e telematici e non saranno comunicati a terzi. Il titolare del trattamento è AreaDem.
* Acconsento al trattamento dei miei dati personali
Log in

 
Registrazione al sito - Login al sito

Dl Semplificazioni: Mirabelli, pericoloso rialzo, il 90% dei bandi di gara verrebbe sottratto a meccanismi di concorrenza

10 Gennaio 2019



"Ho chiesto al presidente della Commissione parlamentare antimafia, Nicola Morra, che intervenga sul dl semplificazioni per correggere le novità introdotte dalla legge di bilancio". A dirlo è il capogruppo del Pd in Commissione parlamentare antimafia, Franco Mirabelli e vicepresidente dei senatori dem, al termine della seduta odierna della Commissione. Con le novità introdotte, infatti "oltre il 90% dei bandi di gara verrebbe di fatto sottratto a meccanismi di concorrenza e trasparenza del mercato. E' previsto infatti un innalzamento delle soglie sotto le quali i lavori potranno essere affidati con procedure semplificate, senza gara: il tetto, nella legge di bilancio, è passato da 40 mila euro a 150 mila euro, con il rischio di facilitare mafia e corruzione. Ho chiesto al presidente dell'Antimafia di ripristinare la soglia di 40 mila euro e di farlo subito: il primo provvedimento utile è il decreto semplificazioni". "Semplificare l'attività delle imprese e della Pa è giusto - prosegue Mirabelli - ma non può implicare un'inaccettabile abbassamento della guardia nella lotta alla criminalità organizzata e alla corruzione. Una battaglia che purtroppo M5s e Lega hanno condotto solo a parole in campagna elettorale. Ora che governano fanno il contrario".


Commenta... oppure


torna su

Agenda

DoLuMaMeGiVeSa
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 141516
1718 19 20 21 2223
24 25 26 27 28 29 30
31

Rassegna stampa