Registrati

Privacy

Informativa ai sensi dell'art. 13 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196. La raccolta e il trattamento dei dati sono effettuati limitatamente ai fini connessi alla gestione operativa e amministrativa del servizio. I dati sono trattati con strumenti informatici e telematici e non saranno comunicati a terzi. Il titolare del trattamento è AreaDem.
* Acconsento al trattamento dei miei dati personali
Log in

 
Registrazione al sito - Login al sito

Aborto, Verona: Sereni, mozione non può che destare allarme

05 Ottobre 2018

Voto a favore della consigliera del Pd è incomprensibile




"Che nel 2018 si rilanci con toni e argomenti ideologici ed estremisti la battaglia contro la legge 194 non può che destare preoccupazione e allarme. La legge 194 nasce per difendere il diritto delle donne a non morire per aborto clandestino e per promuovere una scelta libera e consapevole di maternità. Il ricorso all'interruzione volontaria di gravidanza è diminuito negli ultimi decenni grazie a questa legge, all'azione di prevenzione dei servizi e alla diffusione delle pratiche contraccettive. Le criticità di oggi sono legate alla difficoltà per il sistema sanitario pubblico di far funzionare la legge in ogni sua parte e il Pd si batte da tempo perché il diritto dei medici di esercitare obiezione di coscienza non metta in discussione l'applicazione della legge". Lo afferma Marina 
Sereni, responsabile diritto alla Salute della segreteria Pd. "Le donne italiane - prosegue - non possono essere ricacciate nell'incubo della maternità indesiderata o dell'aborto clandestino. Per questo il voto a favore della mozione della destra nel consiglio comunale di Verona da parte di una consigliera del Pd mi sembra del tutto sbagliato e incomprensibile".


Commenta... oppure


torna su

Agenda

DoLuMaMeGiVeSa
1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 1112 13
141516171819 20
21 22 23 24 25 2627
28 29 30 31

Nuovi italiani

Rassegna stampa