Registrati

Privacy

Informativa ai sensi dell'art. 13 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196. La raccolta e il trattamento dei dati sono effettuati limitatamente ai fini connessi alla gestione operativa e amministrativa del servizio. I dati sono trattati con strumenti informatici e telematici e non saranno comunicati a terzi. Il titolare del trattamento è AreaDem.
* Acconsento al trattamento dei miei dati personali
Log in

 
Registrazione al sito - Login al sito

Intervento di Luigi Zanda al Senato sul passaggio delle competenze sul Turismo al Ministero dell'Agricoltura

30 Luglio 2018




Signor Presidente,

ho ascoltato in Commissione e in Aula molti interventi che hanno contestato il passaggio delle competenze in materia di turismo al Ministero dell'agricoltura con tesi diverse, tutte molto interessanti nel merito, partendo da chi sosteneva l'utilità di lasciare le cose come stanno a chi sosteneva l'opportunità di passare la competenza al Ministero per lo sviluppo economico, altri hanno chiesto la costituzione di un Ministero a sé, alcuni hanno addirittura chiesto che la competenza sul turismo passasse alla Presidenza del Consiglio dei ministri. Sono tutte soluzioni che devo dire, senza nemmeno una grande necessità di approfondimento, apparivano subito molto superiori alla tesi che invece è stata scelta dal Governo, con il passaggio delle competenze al Ministero dell'agricoltura. Devo dire che questa è sembrata subito - l'ha detto poco fa il senatore Errani - una scelta molto piccola, una scelta, cioè, senza nessun tipo di prospettiva. Peraltro, anche chi ha sostenuto in Commissione e in Aula, anche poco fa, l'utilità del passaggio al Ministero dell'agricoltura lo ha fatto con argomenti - devo dire - molto deboli.
Oggi pomeriggio in Aula ho sentito esporre addirittura la tesi che sarebbe importante il passaggio al Ministero dell'agricoltura perché molti turisti, quando vanno via dall'Italia, si portano appresso del formaggio o del vino italiano. (Applausi dal Gruppo PD). Francamente mi sembra che l'argomento meritasse motivazioni migliori.
In realtà, credo che in questa fase sia mancata al Parlamento una qualità che invece, a mio avviso, è sempre necessaria: sto parlando della sincerità. Noi non abbiamo dibattuto sulle reali ragioni per cui si vuole spostare la competenza del turismo e portarla al Ministero dell'agricoltura. Le ragioni di questo spostamento sono due e sono note a tutti noi. C'è innanzitutto l'omaggio - debbo dire, dal punto di vista di chi lo fa, anche meritato - al senatore Centinaio, che in materia di turismo ha una particolare competenza e quindi ha chiesto di poterla esercitare. La questione si è combinata evidentemente con i risultati del bilancino dei poteri tra i due partiti che sostengono il Governo: nel bilancino dei poteri ci stava che il turismo venisse spostato da un Ministero all'altro. Queste sono le due ragioni per le quali il Governo propone questo spostamento.
Io credo che per ragioni di questa natura si possano fare molte cose: vediamo che addirittura si possono nominare i consiglieri delle Ferrovie dello Stato, la governance della RAI. Ritengo, però, che sia cosa molto diversa che, per ragioni politiche, si tocchi l'architettura delle istituzioni dello Stato. (Applausi dal Gruppo PD). Questa è una cosa molto molto diversa: lo spostamento di competenze per motivi di parte politica è una cosa che noi finora non avevamo mai visto.
Io dico questo e mi rivolgo all'Assemblea del Senato: i senatori possono votare in due modi e cioè possono votare a favore della proposta del Governo o contro. Se voteranno a favore, vorrà dire che avranno seguito un indirizzo politico, perché non esistono ragioni razionali affinché lo spostamento di competenza avvenga. In questo caso invito allora i colleghi senatori ad evitare poi di dirci, per cortesia, che il Parlamento perde i suoi poteri, perché il Parlamento perde i suoi poteri quando noi evitiamo di esercitarli per seguire quella che è l'indicazione politica sbagliata. (Applausi dal Gruppo PD).
 

Commenta... oppure


torna su

Agenda

DoLuMaMeGiVeSa
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 3031

Nuovi italiani

Rassegna stampa