Registrati

Privacy

Informativa ai sensi dell'art. 13 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196. La raccolta e il trattamento dei dati sono effettuati limitatamente ai fini connessi alla gestione operativa e amministrativa del servizio. I dati sono trattati con strumenti informatici e telematici e non saranno comunicati a terzi. Il titolare del trattamento è AreaDem.
* Acconsento al trattamento dei miei dati personali
Log in

 
Registrazione al sito - Login al sito

Chi ha cancellato il Pd calabrese? - intervento di Franco Laratta sul Corriere della Calabria

19 Giugno 2018

Le prossime regionali passeranno alla storia per la totale scomparsa dei simboli dei partiti, di quelli tradizionali, dalla competizione elettorale. Siamo nel pieno dell’era del …civismo. Da non confondere con cinismo.
Sarà un modo per fondersi, confondersi, nascondersi.
Tutti civici, tutti confusi, tutti nuovi, tutto finto.
Ma veramente pensate che i cittadini elettori abboccheranno?
Diversi esponenti di primo piano del Pd calabrese hanno inteso spingere verso quel nuovo e confuso civismo, privo di basi culturali ed effettiva rappresentanza della società.
Ma il rischio che si corre è che si disintegri completamente il Pd, lo si svuoti del bacino di voti rimasto, si lanci il messaggio devastante ai dirigenti e iscritti: “Tana Liberi Tutti”.
Questo rischia di mettere fortemente a rischio le prossime elezioni europee e regionali, soprattutto al Sud, perché aumenterà notevolmente il tasso di populismo e si incoraggerà il dilettantismo.
Oggi c’è bisogno di reinventare i partiti, aprirli veramente, riempirli di contenuti, dare spazio a nuove e qualificate classi dirigenti, puntare su formazione, cultura, competenza e conoscenza per battere il qualunquismo imperante.
Mi chiedo: che fine ha fatto il Pd calabrese? Chi decide la linea del partito? Chi lo ha silenziato e di fatto cancellato?
C’è bisogno di più politica e di più partito, invece di inseguire la piazza, il civismo banale, il populismo devastante.
Stiamo attenti o tutto finirà in un suicidio di massa dei partiti e della politica.

* già parlamentare Pd

P.S.: Chissà se si stava meglio quando si stava peggio?!
Non fateci tornare la nostalgia per i tempi di Bandiera Rossa e Biancofiore. Guardiamo avanti con coraggio.


Commenta... oppure


torna su

Agenda

DoLuMaMeGiVeSa
1
2345678
910 11 12 1314 15
16 17 18 19 202122
2324 25 26 27 2829
30

Nuovi italiani

Rassegna stampa