Registrati

Privacy

Informativa ai sensi dell'art. 13 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196. La raccolta e il trattamento dei dati sono effettuati limitatamente ai fini connessi alla gestione operativa e amministrativa del servizio. I dati sono trattati con strumenti informatici e telematici e non saranno comunicati a terzi. Il titolare del trattamento è AreaDem.
* Acconsento al trattamento dei miei dati personali
Log in

 
Registrazione al sito - Login al sito

Migranti, Toia: prova di forza insensata, governo non screditi l'Italia

11 Giugno 2018



“La prova di forza, e lo scaricabarile tra Stati, è insensata e del tutto inutile per fermare i flussi migratori, oltre a costituire una violazione inaccettabile dei diritti umani e del diritto europeo. Salvini non ha ancora capito che la politica del filo spinato del suo amico e modello Orban non funziona in un Paese affacciato sul Mediterraneo". Lo ha dichiarato la capodelegazione Patrizia Toia a nome degli eurodeputati Pd. "Invece di screditare l'Italia e toglierle qualsiasi credibilità per essere ascoltata a Bruxelles, il governo porti a casa il testo della riforma di Dublino che abbiamo approvato al Parlamento europeo l'anno scorso. Insieme ai governi Renzi e Gentiloni abbiamo lottato per anni per affermare il principio che 'chi sbarca in Italia sbarca in Europa' e che tutti devono farsi carico del problema con ricollocamenti e anche con fondi per l'Africa. - prosegue la dem - .La proposta del Parlamento europeo riflette questa impostazione". "Al contrario, non ci porterà da nessuna parte la scelta di praticare l'egoismo nazionalista teorizzata dal sovranismo per poi lamentarsi dell'egoismo degli altri Stati europei che fanno altrettanto e ci lasciano soli”, conclude.


Commenta... oppure


torna su

Agenda

DoLuMaMeGiVeSa
12
3 45 6 7 8 9
10 11 12 1314 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30

Nuovi italiani

Rassegna stampa