Registrati

Privacy

Informativa ai sensi dell'art. 13 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196. La raccolta e il trattamento dei dati sono effettuati limitatamente ai fini connessi alla gestione operativa e amministrativa del servizio. I dati sono trattati con strumenti informatici e telematici e non saranno comunicati a terzi. Il titolare del trattamento è AreaDem.
* Acconsento al trattamento dei miei dati personali
Log in

 
Registrazione al sito - Login al sito

Sicurezza: Fiano, Meloni dimentica i tagli dei governi BerlusconI

12 Febbraio 2018



"Giorgia Meloni, non contenta della figura meschina in mondovisione rimediata nel confronto con il direttore del Museo Egizio di Torino, polemizza, ignorando i fatti, con Matteo Renzi, sulla solidarieta' al Carabiniere ferito a Piacenza nella criminale aggressione di un gruppo di partecipanti al corteo antifascista". Lo sostiene Emanuele 
Fiano, responsabile Sicurezza del PD, che insiste: "La schifosa propaganda fatta sulla pelle del militare ferito e' veramente inaccettabile. Non solo, da Matteo Renzi in giu', tutto il PD ha condannato immediatamente il fatto grave. Non solo il segretario del Pd ha immediatamente chiamato il Comandante generale dell'Arma, per sincerarsi delle condizioni dei feriti, come anche il sottoscritto, ma c'e' di piu'. Giorgia Meloni - attacca Fiano - si ricorda adesso delle Forze dell'Ordine, se ne ricordava meno quando il Ministro Brunetta chiamava panzoni i poliziotti, quando Tremonti tagliava alla sicurezza e alla difesa oltre 3 mld di Euro e quando si bloccavano i contratti, il riordino delle carriere e le assunzioni. Noi non abbiamo dimenticato le Forze dell'Ordine ne' allora ne' al governo. E ovviamente non ce ne ricordiamo solo nelle campagne elettorali", chiosa Fiano.


Commenta... oppure


torna su

Agenda

DoLuMaMeGiVeSa
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 3031

Nuovi italiani

Rassegna stampa