Registrati

Privacy

Informativa ai sensi dell'art. 13 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196. La raccolta e il trattamento dei dati sono effettuati limitatamente ai fini connessi alla gestione operativa e amministrativa del servizio. I dati sono trattati con strumenti informatici e telematici e non saranno comunicati a terzi. Il titolare del trattamento è AreaDem.
* Acconsento al trattamento dei miei dati personali
Log in

 
Registrazione al sito - Login al sito

Boschi, Puglisi: la attaccano perchè donna - intervento su Il Tempo

21 Dicembre 2017

Vedo all`opera contro Maria Elena Boschi un fuoco mediatico senza precedenti e purtroppo mi sembra in azione anche senza il supporto di fatti. Dopo le tre audizioni di Vegas, Visco e Ghizzoni, sembra chiaro a tutti coloro che non hanno pregiudizi, che gli incontri dell`allora ministra sono stati assolutamente normali. Ovvero da lei non sono partiti ordini o pressioni di sorta ma solo l`interessamento dovuto alla situazione non facile di una banca del suo territorio.
E allora cosa alimenta tutta questa cattiveria, questi cumuli di falsità, in poche parole questa campagna di denigrazione spesso così gratuita? Non ci sarà anche una componente di genere? Maria Elena è una politica competente, giovane, una bella donna. Purtroppo sono tutti elementi che contribuiscono a scatenare invidie e rivalse. Pochi giorni fa un Quotidiano pubblicava una orribile vignetta titolata `il cosciometro` e che ovviamente raffigurava Maria Elena Boschi. Si userebbero gli stessi metodi contro un uomo? La risposta purtroppo è no, la polemica politica quando coinvolge un uomo si confina in spazi più consoni e si trascina dietro meno volgarità.
E quindi la sottosegretaria non è solo una esponente di primo piano del partito che governa, ma anche e soprattutto una `aliena`, una giovane donna che fa bene il suo lavoro.
È una campagna martellante anche per l`uso che soprattutto il M5S ne fa sui social. E a questo proposito, basta leggere i commenti sessisti ai post dei vari
Di Maio e Di Battista. È una vicenda quasi senza precedenti, per l`assenza di reali riscontri e per la violenza verbale messa in campo.
Ma a quanto pare la cosa non desta particolare allarme. C`è infatti chi si giustifica dicendo che la Boschi “se l`è cercata”. In pratica spesso si usano le stesse giustificazioni, gli stessi meccanismi che scattano in alcuni quando una donna è oggetto di pesanti attenzioni. Mi riferisco a quelli che ancora oggi ci spiegano che “se non avesse indossato la minigonna” e via dicendo non sarebbe successo nulla. La colpa dell`atteggiamento sessista e maschilista ricade sulla vittima, non sul carnefice. In questo caso ricade sulla politica giovane e bella Maria Elena Boschi, e non su chi utilizza metodi maschilisti per affondarla. La cosa che trovo più avvilente è che le donne di altri schieramenti politici non si indignino.
Quello che sta capitando a Maria Elena Boschi o che è capitato per altri versi a Laura Boldrini, domani potrebbe riguardare Virginia Raggi o Giorgia
Meloni.
È arrivata davvero l`ora di ribellarsi ad un racconto mediatico con queste caratteristiche, che fa male alla rappresentazione di tutte le donne impegnate
in attività pubbliche ed in politica. Chiudiamo questa pagina davvero brutta, ed in vista delle prossime elezioni politiche, concentriamoci sui problemi del Paese.


Commenta... oppure


torna su

Agenda

DoLuMaMeGiVeSa
12
3 45 6 7 8 9
10 11 12 1314 15 16
17 18 1920 21 22 23
2425 26 27 28 29 30

Nuovi italiani

Rassegna stampa