Registrati

Privacy

Informativa ai sensi dell'art. 13 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196. La raccolta e il trattamento dei dati sono effettuati limitatamente ai fini connessi alla gestione operativa e amministrativa del servizio. I dati sono trattati con strumenti informatici e telematici e non saranno comunicati a terzi. Il titolare del trattamento è AreaDem.
* Acconsento al trattamento dei miei dati personali
Log in

 
Registrazione al sito - Login al sito

Ict: Serracchiani, insieme storia aziende e giovani talenti

17 Maggio 2017



"In Friuli Venezia Giulia si e' continuato a investire nonostante la crisi" e "oggi e' essenziale sperimentare iniziative che uniscano l'esperienza, la tradizione delle grandi imprese regionali, con le novita' create dai giovani talenti che si lanciano in un mercato sempre piu' complesso, attraverso idee valide nel campo della digitalizzazione". La ha detto la presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora 
Serracchiani, nel corso del convegno "Tilt - Impresa, economia digitale e startup. Innovazione tra passato e futuro", svoltosi offi a Trieste. "Stiamo facendo uno sforzo importante - ha aggiunto Serracchiani - per mettere a sistema le molte realta' esistenti nel campo della ricerca e dell'innovazione, dalle nostre universita' passando per Area Science Park fino a i poli tecnologici, e collegarli alle imprese che hanno voglia di sperimentare e di investire nelle start up". Per quanto concerne il ruolo dei giovani in questo processo di crescita e di diffusione dell'informatizzazione, Serracchiani ha spiegato che servono "coraggio e determinazione, ma anche voglia di investire nel proprio futuro. Cio' significa smettere di lamentarsi del fatto che i giovani lasciano il nostro Paese, ma al contrario dare loro delle responsabilita' nelle imprese". Serracchiani ha ricordato che "il 20 per cento degli studenti universitari si sta formando per mestieri che ancora non esistono, mentre circa il 15 per cento sta studiando per imparare mestieri che a breve non esisteranno piu'. Dobbiamo preoccuparci oggi di quello che accadra' domani e aiutare i giovani a scoprire quali sono le nuove professioni e riqualificare coloro che hanno studiato per professioni gia' divenute obsolete. La digitalizzazione non toglie lavoro, ma impone di creare nuovi posti e formare le persone affinche' siano pronte ad affrontare e vincere la sfida rappresentata dalle nuove tecnologie". All'evento hanno partecipato Zeno D'Agostino, presidente dell'Autorita' di sistema portuale dell'Adriatico Orientale, il sindaco del Comune di Trieste, Roberto Dipiazza, il presidente e il direttore di Area Science Park, Sergio Paoletti e Stefano Casaleggi, il rettore dell'Universita' di Trieste, Maurizio Fermeglia, e Carlo Purassanta, amministratore delegato di Microsoft Italia


Commenta... oppure


torna su

Agenda

DoLuMaMeGiVeSa
12 3 4 56 7
89 1011121314
151617 18 19 20 21
2223 24 25 262728
2930 31

Nuovi italiani

Rassegna stampa